NUOVEDISSONANZE.IT – 23 luglio 2011 a cura di Maurizio Bignone

Felice Clemente e le sue… Nuvole di carta Negli ultimi vent’anni, grazie ad internet, moltissimi musicisti e compositori hanno avuto la possibilità di mettere in mostra la loro arte. Se da una parte quindi la scelta del fruitore è diventata enorme, dall’altra si assiste però ad un appiattimento stilistico generalizzato, poche idee e poca innovazione. Da quando ND ha iniziato il suo percorso di vita ha cercato di essere veicolo e stimolo per i progetti ritenuti interessanti, che scuotono l’ animo. Nuvole di carta, del sassofonista e compositore Felice Clemente, è uno di questi. Quando il Cd è arrivato presso la nostra redazione ha subito colpito il titolo: Nuvole di carta. È molto gradevole, prima di ascoltare, leggere le parole descrittive dell’autore e Felice Clemente è stato molto esaustivo in questo. Fin dalle prime note infatti risalta appieno il gusto e la ricerca per l’improvvisazione…anche il concetto di melodia “tematica” si trasforma in un tutt’uno con la stessa improvvisazione, quasi a darne lo stesso peso, la stessa importanza. Niente di strano data la cifra stilistica di Clemente, tale da potersi permettere questi “giochi”. L’ensemble lo supporta molto bene e tutti hanno spazio, nessuno escluso. Il Cd apre bene con “The courage to try” una bella composizione di Clemente che qui da ottima prova di sé anche come compositore. Molto interessante il brano “The young prince and princess” tratto dalla Sheherazade di Rimsky-Korsakov, una rivisitazione divenuta quasi uno standard in cui il contrabasso di Giulio Corini lascia fluire le sue note in un’improvvisazione “solitaria” dagli echi lontani per poi sfociare in uno straordinario gioco di colori con il sax soprano di Clemente, dal tocco delicato e leggero, la ritmica di Massimo Manzi e il pianismo di Massimo Colombo che in questo brano si dedica nel dare un ottimo supporto al solista. Si… perché il bravo pianista non vi vede solo quando è attore protagonista ma anche quando fa da “gregario”. Un altro bel brano è “Bastian contrario”, ottimo il duetto/dialogo sax e contrabbasso. Un Cd sicuramente da acquistare e da ascoltare ad occhi chiusi…lasciatevi prendere per mano, vi accompagnerà in un viaggio tra le “Nuvole di carta”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi